La festa di San Martino e il suo tradizionale dolce

san martino 10 novembre

L’11 Novembre a Venezia si celebra la festa di San Martino, una delle feste più tradizionali della città.

Questa ricorrenza risale a molti secoli fa, a partire dalla fondazione della chiesa dedicata al Santo nel 1540.

Inizialmente per la Festa di San Martino si mangiavano prodotti tipici dell’autunno come castagne e marroni accompagnati da vino, perché nella tradizione cristiana il giorno di San Martino coincideva con il penultimo giorno prima dell’inizio di un lungo periodo di penitenze e digiuni che accompagnava i credenti fino al Santo Natale. Per il mondo contadino coincideva invece con la chiusura dell’anno agricolo.

Con il passare del tempo però questa festa ha  perso sia il significato che aveva per la tradizione cristiana sia per quella agricola e così si è smesso di mangiare i prodotti tipici dell’autunno a favore del dolce tipico di questa festa: il San Martino.

Oggi è possibile trovare questo dolce, di dimensioni diverse, ricoperto di dolcetti, zuccherini, a volte anche di uno strato di cioccolato nelle pasticcerie veneziane oppure c’è chi preferisce farlo a casa.

Se preferite la seconda opzione di seguito troverete la ricetta per fare un dolce di San Martino da leccarsi i baffi:

Ingredienti

  • Farina: 250 gr
  • Burro: 125 gr
  • Tuorli: 2
  • Zucchero a velo: 100 gr
  • Limone: 1
  • Sale: q.b.
  • Confetti: q.b.
  • Pinoli: 20 gr
  • Mandorle: 20 gr
  • Cioccolato bianco: 20 gr
  • Cioccolato fondente: 20 gr
  1. Ricetta e preparazione
    Per la frolla: amalgamare burro, zucchero, tuorli, limone e sale. Impastare velocemente amalgamando tutti gli ingredienti. Lasciare riposare la pasta per un’ora in frigo coperta da un panno di cotone. Poi stenderla sulla carta forno alta 1 cm. Intagliare un cavallo e un cavaliere. Con la pasta rimasta creare 2 spaghi lunghi e sottili. Attorcigliarli e disporli su tutto il contorno della sagoma cavallo-cavaliere.
  2. Cuocere in forno già caldo a 180° coprendo la superficie con carta forno e legumi secchi (poi non più utilizzabili). 20′ di cottura dovrebbero bastare. Far raffreddare il cavallo-cavaliere e spennellare le superfici a piacere con i 2 cioccolati fusi a bagnomaria.
  3. Fate il mantello e l’elmo di cioccolato fondente, il cavallo di cioccolato bianco, definendo i dettagli con la frutta secca: gli zoccoli di pinoli, la spada di mandorle (secondo quello che vi suggerisce la fantasia). Usate un po’ di cioccolato fuso come collante per attaccare i confettini argentati sulla treccina di contorno e quelli colorati a vostro piacere.

Quello che otterrete sarà un dolce squisito per grandi e piccini!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...