Ponte del Diavolo – Torcello

5239e3741beb8

il Ponte del Diavolo è uno dei due ponti dell’isola di Torcello, nella Laguna Veneta.

Lo studio archeologico conferma che la sua edificazione risale al XV secolo e scavalca il canale Maggiore, la via d’acqua che collega il piccolo centro storico di Torcello alla laguna.

L’origine del nome del ponte è ancora un mistero. Alcuni affermano che Diavoli fosse il soprannome di una famiglia locale, altri la fanno risalire ad una leggenda misteriosa.

LEGGENDA: Durante l’occupazione austriaca, una giovane ragazza veneziana si  innamorò di un ufficiale austriaco. La famiglia di antiche origini veneziane non poteva assolutamente accettare quell’unione e relegò la figlia in casa, impedendole di poter vedere il suo innamorato, ma nonostante questi impedimenti la fanciulla riusciva lo stesso a incontrarsi clandestinamente con lui. Una notte, però, la ragazza attese invano l’arrivo del suo amante, e in seguito seppe che era stato pugnalato durante una ronda notturna. Nessuno sapeva chi fosse stato a ucciderlo, ma la ragazza sospettò subito che dietro quell’orribile omicidio si nascondesse l’odio dei suoi genitori. La ragazza disperata pianse a lungo la perdita del suo grande amore, smise di mangiare e si rinchiuse nella sua camera.

Un amico di famiglia, temendo per la sua vita, le disse che forse esisteva un modo per rivedere il suo amore perduto. Le fece quindi incontrare una strega, una vecchia giudea di nome Ester. Quest’ultima invocò il diavolo che, in cambio della vita del giovane, chiese le anime di sette bimbi cristiani morti prematuramente; diede quindi appuntamento alle due donne a Torcello, nella notte tra il 24 e il 25 dicembre.

Quando scoccò la mezzanotte, ai piedi del ponte, la strega invocò il diavolo che comparve dalla parte opposta. Il diavolo si sfilò da sotto la lingua una chiave d’oro e la porse alla strega che la lanciò nell’acqua. Dall’altra parte del ponte comparve allora il giovane ufficiale austriaco. I due innamorati si abbracciarono e poi svanirono nella nebbia della notte, e di loro non si seppe più nulla.

Il diavolo attese poi invano che la strega rispettasse il patto. Ella, infatti, perì in un incendio. Da allora, la notte del 24 dicembre di ogni anno, il diavolo, nelle sembianze di un gatto nero, compare sul ponte nella vana attesa della strega e delle sette anime dei bimbi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...